Su Unipol-Sai l'ultima parola all'Ivass

Scritto da Segreteria GAA UnipolSai in data: .

(fonte - Intermedia Channel)

Il piano di aggregazione non è in pericolo ma si moltiplicano gli ostacoli al riassetto. Finanziariamente non sembra esserci alcun impatto sui termini del progetto di fusione se non le possibili cause di risarcimento

Il maxi riassetto Unipol-Fondiaria Sai ha un ultimo ostacolo da superare: il sigillo dell'Ivass, l'Autorità di vigilanza del settore assicurativo che a breve riprenderà l'esame dei documenti e dovrà stabilire se cifre e concambi sono congrui. L'eventuale naufragio, o potenzialmente l'eventuale modifica dei termini dell'integrazione a quattro, è dunque legata esclusivamente all'esito della procedura di analisi dell'Authority.

Tutto il resto, soprattutto quanto emerso negli ultimi giorni, è storia. Una storia, tuttavia, che è affiorata in una fase assai delicata per la maxi fusione. Entro il prossimo 20 maggio Unipol completerà l'insieme di carte che l'Ivass ha chiesto a integrazione delle informazioni già fornite e da lì l'Autorità riprenderà l'esame del progetto per dare un responso definitivo entro luglio. 

Per leggere tutto l'articolo vai al sito Intermedia Channel

http://www.intermediachannel.it/su-unipol-sai-lultima-parola-allivass/

Messaggio dei Presidenti

Cari Colleghi, sono passati solo pochi mesi dal nostro Congresso di unificazione e, nonostante il periodo feriale , abbiamo già svolto moltissimo del lavoro...
Leggi Tutto

Segreteria Nazionale G.A.A UnipolSai

C.so Galileo Galilei, 12
10126 - Torino

C.F./P.IVA 11368980014

Tel.: 0116657269 / 0116658601
Fax: 0116657944
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.