Fondo vittime della strada, risarcibili anche i beni solo se l’infortunio supera il 9%

Scritto da Segreteria GAA UnipolSai in data: .

(fonte - Intermedia Channel)

La Cassazione scrive un importante principio di diritto nel caso di incidente stradale causato da un veicolo «non identificato», stabilendo che «il danno alle cose è risarcibile solo se dal fatto siano derivati anche danni alla persona consistiti in invalidità superiore al 9%».

Il principio, definito dai giudici «anti frode», è contenuto nella sentenza 24214/2015 che scioglie un dubbio ermeneutico sull'articolo 283, comma 2, del Codice delle assicurazioni quando afferma che – nei sinistri stradali causati da ignoti – il risarcimento alle cose è dovuto soltanto «in caso di danni gravi alla persona» (e solo per la parte eccedente i 500 euro).

La norma infatti non specifica quali siano questi «gravi danni» ma Piazza Cavour chiarisce che secondo un'interpretazione «sistematica», «storica» ed anche «finalistica», per essi debbono intendersi «quelli che provocano postumi permanenti eccedenti i 9 punti di invalidità permanente, ai sensi dell'articolo 138 Codice assicurazioni».

Per leggere l'intero articolo vai al sito Intermedia Channel 

http://www.intermediachannel.it/fondo-vittime-della-strada-risarcibili-anche-i-beni-solo-se-linfortunio-supera-il-9/

Messaggio dei Presidenti

Cari Colleghi, sono passati solo pochi mesi dal nostro Congresso di unificazione e, nonostante il periodo feriale , abbiamo già svolto moltissimo del lavoro...
Leggi Tutto

Segreteria Nazionale G.A.A UnipolSai

C.so Galileo Galilei, 12
10126 - Torino

C.F./P.IVA 11368980014

Tel.: 0116657269 / 0116658601
Fax: 0116657944
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.